FIFA: i Mondiali aumentano le riserve di cassa e i ricavi

La FIFA nel quadriennio 2015-2018 ha aumentato notevolmente le riserve di cassa e i ricavi

FIFA: i Mondiali aumentano le riserve di cassa e i ricavi

Ottime notizie per la FIFA. La Federazione internazionale di calcio, anche grazie ai Mondiali di Russia del 2018, nel quadriennio 2015-2018 ha aumentato notevolmente le riserve di cassa e i ricavi.

A renderlo noto è l’Associated Press. L’agenzia di stampa statunitense rivela che le riserve di cassa sono salite a 2,74 miliardi di dollari, i ricavi a 6,4 miliardi di dollari. Cifre nettamente superiori rispetto alle previsioni presentate al Congresso FIFA lo scorso giugno.

Nel 2015, la FIFA ha puntato a raccogliere 5 miliardi di dollari entro la fine del 2018, una proiezione successivamente aumentata a 6,1 miliardi e poi conclusasi con ricavi di 6,4 miliardi, che mostra un profitto di circa 1 miliardo di dollari.

Le entrate record sono state raggiunte nonostante la FIFA non abbia riempito la sua lista completa di sponsor per i Mondiali di calcio 2018 in Russia. Diversi sponsor infatti non hanno rinnovato dopo il torneo del 2014 in Brasile.

Aumenta il giro d’affari dei Mondiali di calcio

Ad aumentare però non sono solo i ricavi e le riserve di cassa della FIFA, ma anche il giro d’affari economico che ruota introno ai Mondiali di calcio e di conseguenza gli introiti per le nazionali che vi partecipano.

Il montepremi complessivo per i Mondiali di Russia 2018 è incrementato del 12% fissandosi a 400 milioni di dollari. Una cifra mai toccata prima, che ha permesso alla Francia, vincitrice del torneo, di intascare 38 milioni di dollari.

Ma l’incremento economico non si ferma di certo qui. Il montepremi previsto per i Mondiali di calcio del 2022 in programma in Qatar sarà ancora più alto: 440 milioni di dollari.

Cifre in aumento anche per i Mondiali di calcio femminili, in programma dal 7 giugno al 7 luglio 2019 in Francia. Il montepremi è stato raddoppiato e si attesta a 30 milioni di dollari. Chi si aggiudicherà la competizione porterà a casa 4 milioni di dollari.

La FIFA supera la più profonda crisi della sua storia

Gli ottimi risultati finanziari dimostrano senza ombra di dubbio che la FIFA è riuscita superare la più profonda crisi della sua storia, scoppiata nel 2015 quando un’indagine condotta dagli Stati Uniti ha portato agli arresti e alle condanne per corruzione di funzionari di alto rango.

Indagine che ha intaccato anche l’ex presidente della FIFA Sepp Blatter, che è stato deposto per cattiva condotta finanziaria. Una crisi che ha rovinato la reputazione dell’ente governativo e ha causato una reazione negativa da parte degli sponsor.

Non è un caso se il successore di Blatter, nonché attuale presidente della FIFA, Gianni Infantino, poco dopo la sua elezione aveva dichiarato che la Federazione era clinicamente morta.

Crescono anche gli investimenti

Nel corso del periodo preso a riferimento sono anche aumentati notevolmente gli investimenti: la FIFA ha dedicato 1,103 miliardi di dollari al nuovo programma di sviluppo Forward.

Di questi, circa 832 milioni di di dollari sono stati approvati e impegnati per associazioni, confederazioni o regioni membri della FIFA entro la fine dell’anno scorso.

Tra maggio 2016 e dicembre 2018, 941 progetti specifici sono stati finanziati in 179 delle 211 associazioni membri per un costo di 270,3 milioni.
C’è un ampio range di investimenti: da 30.769 dollari per formare gli amministratori di calcio femminile in Sud Africa a 2,25 milioni per lo sviluppo dei giovani in Perù.

L’impennata dei finanziamenti per lo sviluppo è dovuta al fatto che la FIFA ha voluto dar vita a un sistema di controllo finanziario molto più rigoroso, per evitare un nuovo scandalo corruzione. Non è un caso se durante la presidenza di Blatter sono stati approvati annualmente circa 30 progetti di sviluppo.

Seppur molto criticato dalla UEFA, il presidente della FIFA Infantino ha permesso alla Federazione quasi inaspettatamente di risollevarsi e di aumentare sempre di più le riserve di cassa e i ricavi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here