Cerved: vicina acquisizione da private equity Advent? Equita: offerta presenta premio 23%

A Piazza Affari si guarda ancora al titolo Cerved, dopo la fiammata della vigilia, pari a +14%. Il boom degli acquisti è stato scatenato dalla nota con cui il gruppo attivo nel settore del recupero crediti e studi di settori di San Donato Milanese ha confermato le indiscrezioni sull’interesse, nei confronti delle sue azioni proprie, da parte della società di private equiy americana Advent International Corporation.

Stando a quanto riporta il Financial Times, il valore della transazione potrebbe essere di 1,85 miliardi di euro. I contatti tra Advent e Cerved vanno avanti da più di un mese, e un accordo potrebbe essere annunciato nell’arco dei prossimi giorni.

La manifestazione di interesse è stata presentata dal private equity a Cerved con una lettera non-vincolante lo scorso 13 febbraio. A questa è seguita una due-diligence, che si è conclusa nella giornata di ieri.

Ieri il titolo è stato momentamente sospeso dalle contrattazioni, per poi chiudere in rally del 13,9%, dopo che il gruppo italiano ha confermato i rumors, che inizialmente sono stati riportati dal Financial Times.

Così Equita Sim commenta il dossier:

“A seguito delle indiscrezioni di stampa secondo cui il fondo di private equity Advent International sarebbe in trattativa per l’acquisto di Cerved, la società ha comunicato di aver ricevuto in data 13 febbraio una manifestazione di interesse non vincolante. Viene inoltre specificato che Advent International ha già effettuato una limitata due diligence con esclusione di qualsiasi informazione privilegiata, cosa che farebbe quindi propendere per l’idea che un’eventuale operazione verrebbe definita con il management di Cerved”.

“Secondo l’FT – si legge ancora nella nota di Equita – la cifra proposta per l’acquisto del 100% di Cerved sarebbe € 1.85bn, corrispondente a un multiplo P/E adj. 2019-20E = 16.6x-15.7x e EV/EBITDA 2019E = 11x . Il prezzo offerto, equivalente a €9.5ps, è sostanzialmente allineato alla nostra valutazione fondamentale (9.3 PS) e ai prezzi di chiusura di ieri (9.4ps, +13% vs. martedì), e rappresenterebbe un premio del 23% rispetto alla media degli ultimi 6M. L’operazione sarebbe coerente con la strategia e la storia di Advent International, visti i numerosi investimenti in società del settore Business and Financial services”.

Equita conclude: “Considerando il focus sulla divisione Credit Information, un’eventuale acquisizione di Cerved da parte di Advent potrebbe creare appeal speculativo su una futura cessione della divisione Credit Management (IlSole parla di interesse di operatori del settore, da DoBank a Credito Fondiario) che, nonostante sia integrata con il ramo Business Information dedicato al mondo bancario, stimiamo possa avere un valore > 450mn (ev/ebitda 7.5x)”.

Tornando al titolo, il rialzo oggi è superiore a +1%. Nella sessione della vigilia l’azione ha trovato un assist di tutto rispetto alla sua fase di rally anche dai giudizi di JP Morgan e Mediobanca che hanno confermato entrambe il loro giudizio “outperform”. JP Morgan ha fissato un target price a 10 euro, Mediobanca a 10,50 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here